Effetti fisiologici della Biodanza

effettifisiologiciLe conoscenze, fino ad oggi acquisite, sulla relazione tra il sistema nervoso e i modelli di comportamento umano rivelano che il coordinamento tra le funzioni biologiche dell’organismo e le esigenze della sopravvivenza si è deteriorato con l’acquisizione di modelli di comportamento culturali lontani dalle necessità intrinseche alla vita.

Oggi, tutti noi viviamo sotto una forte pressione psicologica e ambientale (tensioni sul lavoro, conflitti affettivi, difficoltà familiari, crisi economiche, ecc.) e lo stress è la risposta dell’organismo di fronte alla violenza emozionale ed organica dello stile di vita odierno. Una risposta che può alterare profondamente le funzioni vitali, generando malattie. Di fronte a queste aggressioni l’organismo attiva uno stato d’allarme, inviando informazioni (allarmogeni), attraverso la regione limbico-ipotalamica, all’ipofisi.
L’ipofisi risponde al segnale d’allarme modificando i livelli di stimolazione sull’asse ipofisi-ghiandole surrenali e di conseguenza la corteccia surrenale produce sostanze particolari, i”corticoli” per difendere l’organismo. In questo modo l’organismo entra in una fase di adattamento, per difendersi dallo stress. Molto spesso questo meccanismo di adattamento, soprattutto quando lo stress diventa cronico, non riesce e allora ne derivano disturbi e malattie psicosomatiche come infarto del miocardio, ipertensione arteriosa, ulcera gastrica o duodenale, asma o altri disturbi respiratori, impotenza sessuale, insonnia ecc.

Risposta allo stress
Partendo dal presupposto che il sistema integratore-adattatore limbico-ipotalamico è strettamente legato all’espressione degli istinti, delle emozioni e degli affetti, la Biodanza agisce sull’organismo attuando un processo di autoregolazione di queste funzioni.
In tal senso la ricerca di Rolando Toro, ideatore della Biodanza, si è indirizzata alla creazione di danze o meglio ancora di vivencias (sono esercizi che si eseguono quasi sempre su una base musicale in forma individuale, in coppia o in gruppo) in grado di attivare da una parte movimenti perfettamente controllati dalla volontà e dall’altra, al contrario, a stimolare movimenti legati agli impulsi, che s’impregnano di affettività e di emozione profonda.
In questo modo, la Biodanza induce una diminuzione temporanea della funzione inibitrice della corteccia cerebrale, sia mediante la sospensione provvisoria del linguaggio verbale (tranne che in casi particolari, in genere in Biodanza non si parla durante gli esercizi), sia grazie al rallentamento momentaneo dell’attività visiva (tramite esercizi realizzati ad occhi chiusi) e della motricità volontaria (tramite esercizi effettuati con movimenti molto lenti), in modo da consentire una maggiore espressione degli impulsi limbico-ipotalamici.

Integrazione con se stessi
Analogamente, gli effetti della Biodanza si riversano anche sul sistema nervoso autonomo, che è costituito da due sottosistemi, il Sistema Simpatico, che predispone l’organismo alle reazioni di lotta e fuga, e il Sistema Parasimpatico responsabile delle funzioni di riposo e ristoro biologico.
La ricerca di Rolando Toro, iniziata ormai 40 anni fa, ha portato alla creazione di vivencias che da una parte rinforzano l’identità attraverso musiche e danze a ritmo gioioso ed euforico, attivando il Sistema Simpatico; dall’altra, inducendo degli stati di trance attraverso musiche e danze lente, attivano il Sistema Parasimpatico. Le cinque linee di vivencias ideate da Rolando Toro riguardano: vitalità, sessualità, creatività, affettività, trascendenza.
Utilizzando queste diverse tipologie di esercizi-danze in modo combinato, non è difficile capire l’effetto armonizzatore neuro-vegetativo della Biodanza, che va a riscattare i grandi sistemi di regolazione intraorganica. In definitiva, attraverso le vivencias, rafforzate dalla musica e dall’affettività, la Biodanza stimola il processo di autoregolazione dell’asse neuroendocrinico ipofisi-surrenale, facilitando il processo di adattamento. Ma non solo, stimolando l’armonizzazione e l’integrazione con se stessi e con gli altri, la Biodanza evita le conseguenze dello stress e fa scoprire una dimensione più armonica del vivere.

bookcoverL’articolo è stato pubblicato nel trimestrale di medicina naturale “Salute è”,
allegato all’edizione ” Aam Terra Nuova” n.30 dicembre 2002

AamTerraNuova
Via Ponte di Mezzo1- 50127 Firenze
Tel. 055-3215729 – fax. 055-3215793

http://www.aamterranuova.it/